remove_action('wp_head', 'wp_generator'); Ipouffici – Albenga (SV) – 2013

Ipouffici – Albenga (SV) – 2013

IPOUFFICI-Armellino_e_Poggio

Albenga, Savona – 2013

Ipouffici è stato un percorso progettuale caratterizzato da forti vincoli che hanno però determinato risultati positivi: contenimento energetico, alta vivibilità, basso impatto ambientale.
La committenza dei nuovi spazi ad ufficio è la GF Group S.p.A., holding internazionale con sede ad Albenga. Leader nell’Europa mediterranea per l’importazione e la distribuzione di prodotti ortofrutticoli freschi, impiega più di 3.500 dipendenti ed è presente in Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Grecia, Argentina, Costa Rica e Colombia. GF Group è proprietaria del marchio per banane e ananas “F.lli Orsero”.
Come spesso accade la presenza di vincoli rende il progetto complicato ma offre l’opportunità di raggiungere risultati più interessanti. In questo caso, pur essendo il contesto un’area periferica industriale, il vincolo principale è rappresentato dalla presenza, nelle immediate vicinanze, di una torre medievale (Torre Pernice) che il Piano Territoriale di Coordinamento Paesistico Ligure individua come “emergenza” da tutelare. In sostanza l’altezza fuori terra dei nuovi edifici è limitata ad una quota tale da non occultare la torre. Scaturisce così l’opportunità di realizzare un edificio in parte ipogeo. Un unico corpo, apparentemente diviso a metà da una corte interna, con un solo livello fuori terra e due interrati. La percezione della torretta come landmark è salva. La progettazione mirata ad un’alta vivibilità degli spazi interni ed al contenimento energetico è risolta. Le due ali contrapposte si articolano attorno alla corte che disimpegna e da luce a tutti livelli interamente destinati ad uffici per un’area complessiva di ca. 3.000 mq. Lo sviluppo della maggior parte dell’edificio ad una quota inferiore del livello di campagna non pregiudica il funzionamento dell’organismo edilizio, anzi permette un miglior inserimento dello stesso nel contesto circostante con un impatto visivo molto limitato, aumenta notevolmente le caratteristiche di contenimento energetico nonché la vivibilità degli spazi interni che si affacciano sulla corte caratterizzata da una pavimentazione in legno e da un ampia area a verde piantumata ad olivi. Le strutture portanti sono rivestite da pannelli trafilati in alluminio e tamponate da ampie vetrate altamente performanti sia per il contenimento energetico sia per la resistenza sonora. La protezione dall’irraggiamento solare è ottenuta attraverso l’uso di tende esterne movibili in tessuto di PVC e, nella corte, dove l’incidenza del sole è zenitale, da una pensilina/balaustra con vetri serigrafati.

Tags:  ,